Autore: Antonio Fani

Giornalista di lungo corso, appassionato di ciclismo e statistica. Ha collaborato con le più importanti agenzie nazionali dedicando numerosi approfondimenti al mondo delle due ruote.

Brutta tegola in casa Ineos Grenadiers. Il Colombiano Egan Bernal, oggi, mentre si trovava in allenamento con alcuni compagni di squadra è rimasto coinvolto in un incidente. Il fatto è avvenuto a Gachancipa: dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che Bernal abbia sbattuto contro un autobus che precedeva gli atleti e che si è fermato all’improvviso. Immediati i soccorsi al vincitore del Giro d’Italia 2021. In un primo momento sembrava che avesse riportato solo lievi ferite, ma dopo un controllo all’ospedale la diagnosi è di frattura del femore e della rotula. Bernal è sempre rimasto cosciente. E’ a rischio la stagione del…

Read More

Saranno 53 gli atleti italiani che faranno parte del World Tour nel 2022. Un numero che, preso da solo, dice ben poco ma che, se confrontato con il passato e con il resto delle nazioni leader del movimento ciclistico rischia di lasciare l’amaro in bocca agli appassionati del pedale tricolore.ITALIA NON PIU’ LEADER – Innanzitutto va sottolineato come l’Italia, pur essendo il Paese con più atleti tesserati nelle formazioni World Tour, Professional e Continental, non è più da qualche anno la nazione guida della massima serie. Infatti, per numero di atleti, dal 2019 siamo stati superati da Belgio e Francia.…

Read More

Sono giorni concitati e confusi per il ciclismo mondiale. L’UCI ha stilato il nuovo calendario ma le incertezze e, soprattutto, i mal di pancia tra gli organizzatori sono molti specie in Italia. In attesa di vedere come si assesteranno le altre gare internazionali e di sapere se effettivamente si potrà tornare correre a partire dall’estate dallo stivale è partita la controffensiva alle decisioni imposte dall’UCI.A scatenare la “revanche” azzurra è stato Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia che ha sottolineato in maniera sibillina: “Da più parti si vocifera che il Mondiale in Svizzera potrebbe saltare per problemi economici. A quel…

Read More

Ordine d’arrivo:1° Sam Bennett (Deceuninck Quick Step) 3h28’54″2° Jasper Philipsen (UAE Team Emirates)3° Erik Baska (Bora Hansgrohe)4° Elia Viviani (Cofidis)5° André Greipel (Israel StartUp Nation)6° Kristoffer Halvorsen (EF Education First)7° Caleb Ewan (Lotto Soudal)8° Marc Sarreau (Groupama FDJ)9° Sam Welsford (UniSa Australia)10° Alberto Dainese (Sunweb) Classifica generale:1° Sam Bennett (Deceuninck Quick Step) 2° Jasper Philipsen (UAE Team Emirates) a 4″3° Erik Baska (Bora Hansgrohe) a 6″4° Daryl Impey (Mitchelton Scott) a 7″5° Jarrad Drizners (UniSa Australia)6° Chris Lawless (Ineos) a 8″7° Dylan Sunderland (NTT Pro Cycling)8° Nathan Haas (Cofidis) a 9″9° Michael Storer (Sunweb)10° Elia Viviani (Cofidis) a 10″ Il…

Read More

Ordine d’arrivo:1° Caleb Ewan (Lotto Soudal) 1h04’29″2° Elia Viviani (Cofidis)3° Simone Consonni (Cofidis)4° Jasper Philipsen (UAE Team Emirates)5° Kristoffer Halvorsen (EF Education First)6° Alberto Dainese (Sunweb)7° Michael Morkov (Deceuninck Quick Step)8° Sam Welsford (UniSA)9° Christopher Lawless (Ineos)10° Giacomo Nizzolo (Team NTT Cycling)Basta una volata a decretare chi sia il più forte velocista in gruppo? Forse si, ma di certo non può bastare la prima volata dell’anno anche se ad Adelaide in quella che una volta era la People’s Choice Classic e che oggi è divenuta la “Schwalbe Classic” di elementi su cui discutere se ne sono visti molti.Anello piatto come…

Read More