Giro d'Italia U23: il percorso 2019 prende forma...

Redazione - Ciclismoweb.net Giovedì 17 Gennaio 2019 News

Il Giro d'Italia Under 23 sta prendendo forma. Il lavoro del team coordinato da Marco Selleri con la regia del ct azzurro Davide Cassani sta per giungere a compimento anche se mancherebbero ancora alcuni tasselli prima di essere ufficialmente presentato.

Photors G2290PARTENZA TOSCANA - Le indiscrezioni, però, già consegnano l'idea di quello che sarà la prossima corsa rosa riservata agli U23. L'apertura, fissata per giovedì 13 giugno, avverrà con un cronoprologo a cui seguiranno due tappe con arrivo adatto alle ruote veloci. L'arrivo della seconda tappa in linea, quella di sabato 15 giugno, con ogni probabilità sarà fissato a Montecatini Terme (Pt), mentre il giorno successivo (domenica 16 giugno) si celebrerà il ricordo di Alfredo Martini con la frazione che da Sesto Fiorentino dovrebbe condurre a Montalcino affrontando anche alcuni tratti sterrati nel finale di corsa.

La quarta tappa (lunedì 17 giugno), la Montalcino-Monte Amiata sarà anche il primo arrivo in salita mentre la quinta (martedì 18 giugno) dovrebbe tornare in pianura lungo le strade emiliane.

MANIVA E DOPPIO MORTIROLO - Il secondo arrivo in salita sarà fissato in alta quota, al Passo Maniva mercoledì 19 giugno con la carovana rosa che si fermerebbe in zona anche giovedì 20 giugno per affrontare una frazione di appena 100 chilometri con una doppia scalata al Mortirolo dai due versanti opposti con un dislivello totale di poco inferiore ai 3000 metri.

CRONO, SI RIPETE L'ESPERIMENTO - Il 21 giugno ci sarà una frazione di nuovo adatta alle ruote veloci ancora da definire nel dettaglio, mentre si tornerà a salire verso le Dolomiti per la penultima frazione. Gran finale il 23 giugno con una cronometro individuale con la stessa formula "real time" adottata nel 2018 sulle strade del prosecco.

In tutto, dunque, il Giro d'Italia Under 23 edizione 2019 conterà 11 frazioni di cui quattro tappe adatte alle ruote veloci, una di media difficoltà con gli sterrati, tre arrivi in salita (Amiata, Maniva e la terza nel bellunese), una frazione di alta montagna (comprendente due scalate al Mortirolo) e due cronometro individuali (cronoprologo e crono finale).

Articoli simili

 


Articoli Recenti