Jrs, Piccola Liegi: Alessandro Pinarello è magic moment Borgo Molino!

Antonio Mannori Domenica 06 Giugno 2021 Juniores

Ordine d'arrivo:
1° Alessandro Pinarello (Rappresentativa Veneto)
Km 116,700 alla media dei 39,890 km/h
2° Matteo Lapo Bozicevich (Casano)
3° Andrea Bettarello (Rappresentativa Veneto)
4° Samuele Disconzi (Rappresentativa Veneto)
5° Edoardo Zamperini (Assali Stefen Omap)
6° Gianmarco Carpene (Assali Stefen Omap)
7° Luca Bagnara (Asd Sc Reda Mokador Pedale Chiaravallese)
8° Lorenzo Giordani (Casano)
9° Lorenzo Pellegrini (Valdarno Regia Congressi Seiecom)
10° Luca Paletti (Team Ciclistico Paletti)

Doveva essere una gara dura e impegnativa il Memorial Maurizio Bresci nel giudizio unanime, la selezione in effetti non è mancata, ma non nella misura attesa. Ha vinto Alessandro Pinarello che faceva parte della Rappresentativa del Veneto, uscito alla grande dal Giro del Friuli a tappe e che ha centrato in Toscana la terza vittoria stagionale.

arrivo pinarello bresciE’ stato un finale movimentato con uno sbaglio di percorso dei 14 corridori di testa a circa 6 Km dal traguardo che ha costretto la direzione di gara e la giuria a neutralizzare la corsa (gli altri che inseguivano non avevano più l’adeguata protezione ai fine della sicurezza) che è ripresa dopo circa venti minuti e si è risolta all’ingresso sul rettilineo di arrivo quando dai 14 che comandavano la gara è uscito come una freccia Pinarello che ha tagliato il traguardo con qualche metro di vantaggio sugli altri componenti il drappello di testa regolato dal massese Bozicevich autore di una prestazione eccellente.

La squadra regionale del Veneto è stata comunque la protagonista in quanto c’è stato anche il terzo posto di Bettarello ed il quarto di Disconzi. In gara 26 squadre e 164 atleti con sei “Cote” sul percorso, ossia le salite che erano state denominate con i nomi di quelle celebri presenti nella classica monumento belga la Liegi-Bastogne Liegi, e la corsa al ricordo di Maurizio abbinava quello di “Piccola Liegi”.  Dopo una fuga di Disconzi e Carpene era il toscano Bozicevich a salire in cattedra sul “muro” di Madonna del Papa dando vita a un tentativo a cinque  che era neutralizzato a 15 Km dal traguardo. Quindi l’azione di una dozzina di corridori, lo splendido rientro di Giordani e Crescioli e l’epilogo con Pinarello davanti a tutti.

Articoli simili

 


Articoli Recenti