Jrs, Luca Bagnara si impone nel ricordo di Michael Antonelli

Redazione - Ciclismoweb.net Domenica 16 Maggio 2021 Juniores

Iscritti: 200 Partiti: 187
Tempo: 1h34'00" 105,1 km Media: 40,948 km/h

Ordine d'arrivo:
1° Luca Bagnara (Reda Mokador)
2° Simone Griggion (Uc Giorgione)
3° Simone Grazioli (Angelo Gomme)
4° Umberto Ceroli (Vini Fantini) a 21"
5° Vincenzo Russo (Speedy Bike Work service)
6° Michael Cattani (Angelo Gomme)
7° Lorenzo Anniballi (Sidermec)
8° Luca Tornaboni (Speedy Bike Work Service)
9° Lorenzo Montanari (Sidermec)
10° Riccardo Chesini (Us Ausonia)

Le “quattro gocce” che sono cadute durante la corsa non hanno rovinato lo spettacolo preannunciato con il 1° Memorial Michael Antonelli – Coppa Achille Grandi – Trofeo Nove Colli, gara di ciclismo juniores che si è disputata con partenza dalla nuova sede del Gc Fausto Coppi a Cesenatico e traguardo a Sant’Angelo di Gatteo, dopo sette passaggi dal “laghetto” di Felloniche che hanno scremato il gruppo dei 187 partenti, tra i quali la rappresentativa toscana.

antonelli arrivoRegia organizzativa affidata al Team MyGlass, alla Sidermec F.lli Vitali, alla Polisportiva Fiumicinese e al Gc Fausto Coppi: una bella testimonianza di collaborazione tra società del territorio cesenate, che rappresenta un modello da imitare anche in futuro.

Prima del via, le autorità politiche e sportive hanno reso omaggio alla famiglia di Michael Antonelli, corridore sanmarinese prematuramente scomparso lo scorso 3 dicembre: foto, fiori e minuto di silenzio, con in prima fila mamma Marina Mularoni e il fratello Mattia. Ad abbassare la bandierina il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli, insieme al presidente della Federciclismo emiliano-romagnola Alessandro Spada.
L’antipasto della gara prevedeva una cinquantina di km pianeggianti, dei 105 totali: andatura a ritmi alti, scatti e controscatti, poi prende il largo una fuga di quattro che guadagna quaranta secondi, e successivamente una fuga di nove, ben assortita, che assomma un vantaggio di 1’15”.

Dopo due passaggi al “laghetto”, la situazione si rimescola: davanti rimangono in sette, mentre dal gruppo esce Luca Bagnara, che nello spazio di una decina di km rientra sulla fuga. Nel frattempo il plotone, ormai ridotto ad un centinaio di unità, si avvicina fino a vedere i fuggitivi: al km 85 gli otto battistrada hanno appena venti secondi. Nuovo capovolgimento: dalla fuga escono in quattro: sono Luca Bagnara (Sc Reda), Simone Grazioli (Angelo Gomme Villadose), Simone Griggion (Uc Giorgione) e l’abruzzese Umberto Ceroli (Vini Fantini): tutti corridori che in questi primi due mesi di gare hanno già iscritto  il proprio nome negli ordini di arrivo. Un drappello di nove insegue a 12”, il gruppo naviga a mezzo minuto.

Nel corso dell’ultima tornata il ritmo diventa forsennato, ma i quattro resistono. Il gruppo riassorbe il drappello inseguitore e nel frattempo si “spezza” in più tronconi. Siamo allo sprint finale: Bagnara vince in maniera autorevole, su Griggion, Grazioli e Ceroli. A 21” ecco la volata di una trentina di corridori, vinta dal velocista della Work Service Vincenzo Russo, su Cattani e Lorenzo Anniballi, atleta di casa in forza alla Sidermec F.lli Vitali, che veste la maglia di campione provinciale di Forlì-Cesena. Completano la top ten il toscano Tornaboni, Montanari (Sidermec) e il veneto Chesini. Dei 187 partiti, tagliano il traguardo in 111.

Articoli simili

 


Articoli Recenti