Guangxi: la prima è di Gaviria

Redazione - Ciclismoweb.net Giovedì 17 Ottobre 2019 Professionisti

Ordine d’arrivo:
1° Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) 2h53’42”
2° Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe)
3° Matteo Trentin (Mitchelton Scott)
4° Phil Bauhaus (Bahrain Merida)
5° Matteo Moschetti (Trek Segafredo)
6° Max Kanter (Sunweb)
7° Davide Martinelli (Deceuninc Quick Step)
8° Jakub Mareczko (CCC Team)
9° Riccardo Minali (Israel Cycling Academy)
10° Davide Ballerini (Astana)

Classifica generale:
1° Fernando Gaviria (UAE Team Emirates)
2° Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) a 4”
3° Matteo Trentin (Mitchelton Scott) a 6”
4° Josef Cerny (CCC Team)
5° Mikkel Honorè (Deceuninck Quick Step)
6° Ryan Mullen (Trek Segafredo)
7° Phil Bauhaus (Bahrain Merida) a 10”
8° Matteo Moschetti (Trek Segafredo)
9° Max Kanter (Sunweb)
10° Davide Martinelli (Deceuninc Quick Step)

gaviriaTorna al successo Fernando Gaviria, imponendosi in Cina nella prima frazione del Tour of Guangxi, corsa a tappe di categoria World Tour.

Il colombiano dell’UAE Team Emirates ha preceduto in volata Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) e il vice campione del mondo Matteo Trentin (Mitchelton Scott), rompendo il digiuno di vittorie che durava dal Giro d’Italia.

La corsa si è disputata sulla lunghezza di 135,6 km, articolati in tre giri di un circuito di 45,5 km con partenza e arrivo a Beihai e movimentato da un paio di strappi non impegnativi.

La corsa e il successo rivissuti nelle parole di Gaviria, al quinto centro stagionale: “La tappa è stata caratterizzata dalla distanza limitata e dal forte ritmo con il quale è stata affrontata. È stato per me fondamentale il supporto dei miei compagni di squadra, mi sono stati sempre vicini e mi hanno scortato nei tratti in salita. L’ultimo strappo era comunque lontano dal traguardo e abbiamo potuto prepararci per la volata con la necessaria calma, riuscendo a destreggiarsi bene nei momenti caldi dello sprint, quando tutte le squadre volevano trovare la posizione migliore.
Mi sono posto a ruota di un corridore della Barhain Merida e ho avuto la pazienza e freddezza di attendere fino all’ultimo per partire: sono riuscito a esprimere una buona potenza che mi ha portato al successo“.

La seconda frazione darà ai velocisti una seconda opportunità: partenza da Beihai e arrivo a Qinzhou dopo 152,3 km non impegnativi.

Articoli simili

 


Articoli Recenti