Giro: ad Ackermann il primo sprint, battuti Viviani ed Ewan

Redazione - Ciclismoweb.net Domenica 12 Maggio 2019 Professionisti

Ordine d'arrivo:
1° Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe)
2° Elia Viviani (Deceuninck Quick Step)
3° Caleb Ewan (Lotto Soudal)
4° Fernando Gaviria (UAE Team Emirates)
5° Arnaud Demare (Groupama FDJ)
6° Davide Cimolai (Israel Cycling Academy)
7° Viacheslav Kuznetsov (Katusha Alpecin)
8° Jasper De Buyst (Lotto Soudal)
9° Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy)
10° Rudiger Selig (Bora Hansgrohe)

Classifica generale:
1° Primoz Roglic (Jumbo Visma)
2° Simon Yates (Mitchelton Scott) a 19"
3° Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) a 23"
4° Miguel Angel Lopez (Astana) a 28"
5° Tom Dumoulin (Sunweb)
6° Rafal Majka (Bora Hansgrohe) a 33"
7° Tao Geoghegan Hart (Ineos) a 35"
8° Laurens De Plus (Jumbo Visma)
9° Bauke Mollema (Trek Segafredo) a 39"
10° Damiano Caruso (Bahrain Merida) a 40"

Pascal Ackermann (Bora - Hansgrohe), con una volata imperiale, ha battuto sul traguardo di Fucecchio i velocisti Viviani e Ewan. Visibilmente emozionato dopo il traguardo ha detto "sono senza parole". Il campione nazionale tedesco è al debutto in un grande giro ed ha sfruttato al meglio la prima occasione per imporsi allo sprint davanti ad un altro campione nazionale, l'italiano Elia Viviani (Deceuninck-Quick Step). Primoz Roglic conserva il vantaggio e la posizione di leader della Classifica Generale per il secondo giorno consecutivo.

giro arrivo 2Il vincitore di tappa Pascal Ackermann ha dichiarato: “Per me è sempre stato un grande obiettivo essere al via di corse come questa. Sono senza parole, ho vinto la mia prima tappa in un grande giro. L'anno scorso ho fatto un grande passo in avanti nella mia carriera, ho raccolto molti successi e tutto il team Bora-Hansgrohe è di buon umore e vuole continuare a vincere anche quest'anno. Sono un uomo felice perché vivo il mio sogno, vincere gare da pro. Ho sempre voluto farlo”.

LA TAPPA DI DOMANI - Tappa leggermente ondulata con finale sostanzialmente pianeggiante. La strada attraversa le colline senesi prima di arrivare alla piana grossetana. Da Grosseto all’arrivo solo la breve e lieve asperità del GPM di Poggio l’Apparita prima del finale completamente piatto che porta alla linea di arrivo.

Ultimi 15 km caratterizzati da strade ampie pianeggianti su fondo in asfalto in discrete condizioni. Ultimo km caratterizzato da due curve (sinistra-destra) che portano al rettilineo di arrivo (pavimentazione in asfalto, larghezza 7,5m). Ultima curva a 400 m dall’arrivo.

tappa3 giro

Articoli simili

 


Articoli Recenti