Vuelta: Roglic, le mani sul suo secondo Grande Giro

Redazione - Ciclismoweb.net Sabato 07 Novembre 2020 Professionisti

Ordine d'arrivo:
1° David Gaudu (Groupama FDJ) 4h54'32"
2° Gino Mader (NTT Pro Cycling) a 28"
3° Ion Izagirre (Astana) a 1'05"
4° David De La Cruz (UAE Team Emirates)
5° Mark Donovan (Sunweb) a 1'53"
6° Michael Storer (Sunweb)
7° Guillaume Martin (Cofidis) a 2'23"
8° Richard Carapaz (Ineos) a 2'35"
9° Hugh Carthy (EF Pro Cycling) a 2'50"
10° Primoz Roglic (Jumbo Visma) a 2'56"

Classifica generale:
1° Primoz Roglic (Jumbo Visma)
2° Richard Carapaz (Ineos) a 24"
3° Hugh Carthy (EF Pro Cycling) a 47"
4° Dan Martin (Israel Start Up Nation) a 2'43"
5° Enric Mas (Movistar) a 3'36"
6° Wout Poels (Bahrain McLaren) a 7'16"
7° David De La Cruz (UAE Team Emirates) a 7'35"
8° David Gaudu (Groupama FDJ) a 7'45"
9° Felix Grossschartner (Bora Hansgrohe) a 8'15"
10° Alejandro Valverde (Movistar) a 9'34"

Primoz Roglic ha rivisto nella salita finale dell'Alto de la Covatilla il fantasma di Tadej Pogacar, che lo aveva superato proprio alle penultima tappa del Tour de France. Alla Vuelta però lo sloveno resiste all'assalto dell'ecuadoriano Richard Carapaz: aveva 45'' di vantaggio, ne perde 21, si potrà presentare con un un margine di 24" all'epilogo, rassicurante considerando che quella verso Madrid dovrebbe essere la classica passerella finale (anche se non completamente pianeggiante) per andare a conquistare il suo secondo successo finale in un Grande Giro.

roglic 2Il 31enne sloveno della Jumbo-Visma sembrava poter amministrare in tranquillità la situazione, ma sullo scatto deciso di Carapaz a 3 km dal traguardo ha accusato ed ha sofferto, non prdendo mai lucidità e salendo del proprio passo per evitare il rischio di piantarsi.

Sul podio di Madrid, sul gradino più basso, salirà il britannico Hugh Carthy, a 47" Roglic ed anche oggi tra i protagonisti. La penultima tappa, da Sequeros all'Alto de La Covatilla di 178,2 km, con arrivo in quota a 1.960 metri, è stata vinta da David Gaudu, al bis  in questa edizione della corsa, con il tempo di 4h54'32".

Il francese, dopo una lunga fuga, ha preceduto lo svizzero Gino Maeder, secondo a 28", e lo spagnolo Ion Izagirre, terzo a 1'05". Carapaz si è piazzato all'ottavo posto, a 2'35" dal vincitore; Roglic al decimo, con un ritardo di 2'56". Domani è in programma la 18^ e ultima tappa (quest'anno la Vuelta è stata accorciata), da Hipodromo de la Zarzuela a Madrid, lunga 139,5 km.




Articoli simili

 


Articoli Recenti