Tour pazzo: il vento scompiglia le carte, Van Aert stupisce Viviani

Redazione - Ciclismoweb.net Lunedì 15 Luglio 2019 Professionisti

Ordine d'arrivo:
1° Wout Van Aert (Jumbo Visma)
2° Elia Viviani (Deceuninck Quick Step)
3° Caleb Ewan (Lotto Soudal)
4° Michael Matthews (Sunweb)
5° Peter Sagan (Bora Hansgrohe)
6° Jasper Philpsen (UAE Team Emirates)
7° Sonny Colbrelli (Bahrain Merida)
8° Matteo Trentin (Mitchelton Scott)
9° Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale)
10° Greg Van Avermaet (CCC Team)

Classifica generale:
1° Julian Alaphilippe (Deceuninck Quick Step)
2° Geraint Thomas (Ineos) a 1'12"
3° Egan Bernal (Ineos) a 1'16"
4° Steven Kruiswijk (Jumbo Visma) a 1'27"
5° Emanuel Buchmann (Bora Hansgrohe) a 1'45"
6° Enric Mas (Deceuninck Quick Step) a 1'46"
7° Adam Yates (Mitchelton Scott) a 1'47"
8° Nairo Quintana (Movistar) a 2'04"
9° Dan Martin (UAE Team Emirates) a 2'09"
10° Giulio Ciccone (Trek Segafredo) a 2'32"

Gli altri big in gara...
11° Thibaut Pinot (Groupama FDJ) a 2'33"
13° Rigoberto Uran (EF Education First) a 3'18"
14° Alejandro Valverde (Movistar)
15° Romain Bardet (Ag2r La Mondiale) a 3'20"
16° Jakob Fuglsang (Astana) a 3'22"
18° Roman Kreuziger (Dimension Data) a 3'28"
20° Richie Porte (Trek Segafredo) a 3'59"
21° Mikel Landa (Movistar) a 4'15"
22° Bauke Mollema (Trek Segafredo) a 4'25"
25° Fabio Aru (UAE Team Emirates) a 5'57"
30° Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) a 14'00"

vanaert viviE' un Tour pazzo ed affascinante quello che sta dando spettacolo in questi giorni sulle strade di Francia. In una frazione "intermedia" che sulla carta non avrebbe dovuto creare scossoni in classifica è bastata qualche folata di vento ad accendere la lotta dei ventagli e a far perdere terreno prezioso a due attesi protagonisti del calibro di Thibaut Pinot e Mikel Landa.

Dalla bagarre è scaturito un finale inedito ed imprevedibile che ha consentito al "crossista" Wout Van Aert di precedere allo sprint niente meno che un incredulo Elia Viviani e Caleb Ewan. Julian Alaphilippe conserva la maglia gialla ma sul podio virtuale tornano a salire i due capitani del Team Ineos: sempre attenti e pronti a scatenare l'inferno non appena arriveranno le salite vere.

Domani il primo giorno di riposo, poi un'altra giornata "di trasferimento" mentre giovedì e venerdì si tornerà a fare sul serio con la frazione di Bagneres de Bigorre (che comprende il Peyresourde e la Horquette d'Ancizan da scalare) e la cronometro di Pau (27 km).

Articoli simili

 


Articoli Recenti