4^ Giornata - Campionati del Mondo su pista - Londra (Gbr)

Andrea Fin Sabato 05 Marzo 2016 Pista

 

Velocità maschile:
1° Jason Kenny (Gran Bretagna) - ORO
2° Matthew Glaetzer (Australia) - ARGENTO
3° Denis Dmitriev (Russia) - BRONZO
4° Damian Zielinsky (Polonia)

Corsa a punti femminile:
1^ Katarzyna Pawlowska (Polonia) 15 p.ti - ORO
2^ Jasmin Glaesser (Canada) 14  - ARGENTO
3^ Arlenis Sierra (Cuba) 14 - BRONZO
4^ Georgia Baker (Asutralia) 13
5^ Emily Nelson (Gran Bretagna) 8
6^ Stephanie Pohl (Germania) 7
7^ Kimberly Geist (Usa) 6
8^ Gulnaz Badykova (Russia) 5
9^ Jarmila Machacova (Rep. Ceca) 5
10^ Ina Savenka (Bielorussia) 5
11^ Elena Cecchini (Italia) 4


 

Omnium Maschile IV - Chilometro da fermo:
1° Lasse Norman Hansen (Danimarca) 1’02”409
2° Fernando Gaviria (Colombia) 1’02”417
3° Elia Viviani (Italia) 1’02”632
4° Tim Veldt (Olanda) 1’02”831
5° Glenn O’Shea (Australia) 1’02”836
6° Adrian Teklinski (Polonia) 1’03”154
7° Chun Wing Leung (Hong Kong) 1’03”404
8° Jasper De Buyst (Belgio) 1’03”542
9° Sang Hoon Park (Corea) 1’03”794
10° Gael Suter (Svizzera) 1’03”989

Omnium Maschile V - Giro lanciato:
1° Elia Viviani (Italia) 13”149
2° Glenn O’Shea (Australia) 13”183
3° Tim Veldt (Olanda) 13”187
4° Mark Cavendish (Gran Bretagna) 13”211
5° Adrian Teklinski (Polonia) 13”218
6° Sang Hoon Park (Corea) 13”326
7° Lasse Norman Hansen (Danimarca) 13”368
8° Fernando Gaviria (Colombia) 13”383
9° Jasper De Buyst (Belgio) 13”414
10° Gael Suter (Svizzera) 13”422

Omnium maschile VI finale- Corsa a Punti:
1° Fernando Gaviria (Colmobia) 191 p.ti - ORO
2° Roger Kluge (Germania) 191 - ARGENTO
3° Glenn O'Shea (Australia) 191 - BRONZO
4° Elia Viviani (Italia) 189
5° Lasse Norman Hansen (Danimarca) 181
6° Mark Cavendish (Gran Bretagna) 161
7° Tim Veldt (Olanda) 145
8° Thomas Boudat (Francia) 131
9° Jasper De Buyst (Belgio) 130
10° Artyom Zakharov (Kazakstan)



Omnium Femminile I - Scratch:
1^ Amalie Dideriksen (Danimarca)
2^ Simona Frapporti (Italia)
3^ Laura Trott (Gran Bretagna)
4^ Laurie Berthon (Francia)
5^ Sarah Hammer (Usa)
6^ Jolien D’Hoore (Belgio)
7^ Kirsten Wild (Olanda)
8^ Annette Edmondson (Australia)
9^ Anna Knauer (Germania)
10^ Xiao Juan Diao (Hong Kong)

Omnium Femminile II - Inseguimento individuale:
1^ Sarah Hammer (Usa) 3’28”630
2^ Laura Trott (Gran Bretagna) 3’32”436
3^ Tatsian Sharakova (Bielorussia) 3’34”714
4^ Kirsten Wild (Olanda) 3’34”88”
5^ Jolien D’Hoore (Belgio) 3’36”202
6^ Amalie Dideriksen (Danimarca) 3’37”611
7^ Laurie Berthon (Francia) 3’38”028
8^ Allison Beveridge (Canada) 3’38”141
9^ Lauren Ellis (Nuova Zelanda) 3’38”327
10^ Marlies Mejias Garcia (Cuba) 3’38”547
16^ Simona Frapporti (Italia) 3'43"159

Omnium femminile III - Eliminazione:
1^ Sarah Hammer (USA)
2^ Laura Trott (Gran Bretagna)
3^ Amalie Dideriksen (Danimarca)
4^ Laurie Berthon (Francia)
5^ Annette Edmondson (Australia)
6^ Kirsten Wild (Olanda)
7^ Ana Knauer (Germania)
8^ Jolien D'Hoore (Belgio)
9^ Simona Frapporti (Italia)
10^ Allison Beveridge (Canada)

Classifica generale Omnium femminile dopo le prime tre prove:
1^ Sarah Hammer (USA) 112 p.ti
2^ Laura Trott (Gran Bretagna) 112
3^ Amalie Dideriksen (Danimarca) 106
4^ Laurie Berthon (Francia) 96
5^ Kirsten Wild (Olanda) 92
6^ Jolien D'Hoore (Belgio) 88
7^ Annette Edmondoson (Australia) 78
8^ Simona Frapporti (Italia) 72
9^ Anna Knauer (Germania) 58
10^ Allison Beveridge (Canada) 58

IMG 8590191 punti nell'Omnium maschile valgono una medaglia Anzi, tre. Il medesimo bottino spartisce i piazzamenti più ambiti, regalando la continuazione del sogno a Fernando Gaviria, giovane talento della Etixx Quick Step che si toglie la Maglia Iridata giusto il tempo di cimentarsi con i 15 sprint in programma nella sfida finale della spettacolare disciplina composita, per poi rimettersela con un sorriso ancora più grande di quello sfoggiato dodici mesi fa.

Alle spalle del colombiano, neo riconfermato Campione del Mondo, conquistano i gradini restanti del podio il tedesco Roger Kluge e l'australiano Glenn O'Shea che, con un impeccabile colpo di mano e di classe, strappa all'Azzurro Elia Viviani la consolazione del bronzo, scendendo però di uno scalino rispetto al 2015 quando si era classificato secondo con 190 punti. Già terzo sempre nel 2015 e partito da capoclassifica e da grande favorito, il veronese di Isola della Scala si ferma alla medaglia di legno, rimandando le ambizioni di vittoria al Madison che, l'anno passato, gli aveva permesso di mettersi al collo l'argento.

GLI IRIDATI DELLA QUARTA GIORNATA: La penultima giornata di gare al Lee Valley Velo Park di Londra (Gran Bretagna) ha assegnato tre maglie iridate. Oltre allo strepitoso Gaviria, hanno ipotecato l'oro la polacca Katarzyna Pawlowska nella Corsa a Punti (11esima Elena Cecchini) e il britannico Jason Kenny nella Velocità. la quinta e ultima tornata incoronerà i migliori esponenti della Velocità femminile, del Keirin maschile, dell'Omnium femminile e dell'attesissimo Madison.



Articoli simili

 


Articoli Recenti