Victor Campenaerts: nuovo record dell’ora

Redazione - Ciclismoweb.net Mercoledì 17 Aprile 2019 News

Victor Campenaerts ha scritto un pezzo di storia del ciclismo sul Velodromo Bicentenario ad Aguascalientes (Mexico). Il ciclista del Team Lotto Soudal ha percorso 55.089 chilometri in un'ora e ha battuto il record precedente, stabilito da Bradley Wiggins nel 2015, di oltre 500 metri. In questo modo, Victor Campenaerts può definirsi, dopo mesi di addestramento e preparazione, il nuovo detentore dell'UCI Hour Record.

recordoraDopo un'attenta partenza, Campenaerts era già sulla buona strada per battere il record dell'ora già pochi istanti dopo. Durante il tentativo il belga ha corso costantemente a un ritmo di 55 chilometri all'ora. Durante gli ultimi quindici minuti, sembrava che Campenaerts avesse un momento difficile, ma il ciclista del Team Lotto Soudal aveva ancora un po 'di energia per aumentare il ritmo nel finale. Alla fine, Campenaerts ha superato il magico confine di 55 chilometri ed è stato incoronato il nuovo detentore del record delle ore UCI con una distanza di 55.089 chilometri.

Victor Campenaerts: "Mi dà grande soddisfazione vedere che tutti questi mesi di preparazione vengono premiati. Oggi, tutto è andato bene. L'intero Team Lotto Soudal mi ha sostenuto in questa missione, che ovviamente mi ha creato molta pressione, ma questo mi ha motivato ancora di più a renderlo qualcosa di speciale. L'obiettivo prima del tentativo era ovviamente quello di battere il record dell'ora, che era anche un obiettivo realistico. Forse sono partito un po’ troppo ottimista, ma poi ho rallentato un po' e ho cercato un nuovo ritmo che avrei potuto tenere. Alla fine, ho avuto un momento difficile. Non ho mantenuto le linee perfette che ho fatto all'inizio, percorrendo molti metri inutili. Già dopo dieci - quindici minuti ho avuto la sensazione che sarebbe stato possibile battere il record. Alla fine, ero vicino al raggiungimento del confine magico di 55 chilometri. A dieci- quindici minuti dalla fine, stavo lottando, ma a causa della scarica di adrenalina, sono stato in grado di spingere un po’ più forte. Sai cosa c’è in gioco e questo lo rende un po’ più facile. Una festa? Certo che berrò una birra o due, ma sono ancora un professionista."

Articoli simili

 


Articoli Recenti