ROMA: le buche e le ruote senza "Raggi"

Andrea Fin Domenica 27 Maggio 2018 News

L'ultima tappa del Giro d'Italia numero 101 avrebbe dovuto essere una festa e, invece, si è tramutata nell'ennesima figuraccia a livello mondiale per il nostro Paese.

raggiTroppe buche sul circuito dei Fori Imperiali, tanto da costringere la maglia rosa Chris Froome a chiedere alla direzione corsa di neutralizzare la gara dopo il terzo giro dei 10 in programma: una neutralizzazione concessa agli atleti che comunque hanno lottato per il successo di giornata.

Ma la questione, ancora una volta sfuggita al sindacato dei corridori della ACCPI, ha acceso una polemica destinata a proseguire ancora nei prossimi giorni.

"Stiamo seguendo il Giro, confrontandoci anche con altri ciclisti tramite i social. Al di la' della presenza dei sampietrini, c'e' una pavimentazione sconnessa a piazza Venezia, rattoppi, avvallamenti ovunque. Oggi tutti hanno visto quello che viviamo tutti noi sulle strade romane: i ciclisti passandoci ogni giorno capiscono la situazione di pericolo. Si devono trovare i fondi e rifarle". Questo il commento di Sabrina Grisoli, presidente di Salvaiciclisti di Roma. "In occasione della Formula E gli organizzatori coprirono i sampietrini all'Eur. Questa volta intravedo una sciatteria di fondo. Perche' arrivare al giorno della festa con proteste, figuracce, gli ennesimi attacchi sullo sfacelo di Roma? Il nostro commento e' questo: rendetevi conto delle condizioni delle strade, siamo stanchi di circolare in situazioni di pericolo e vogliamo strade piu' sicure", conclude Grisoli.

Sconnessa dalla realtà, la sindaca Virginia Raggi che candidamente riferisce: "Buche e sampietrini? Si ma quello di oggi e' un giorno di festa. C'e' chi vuole far credere che si sia interrotta la corsa, quando invece i corridori hanno completato tutti i giri". Così ha incredibilmente commentato Virginia Raggi che evidentemente non ha compreso cosa è realmente accaduto in corsa e nemmeno le richieste degli atleti e ha concluso: "Spiace il tentativo" ha proseguito la Raggi "Di trasformare tutto in una continua polemica. Resta un momento di sport ad altissimo livello per migliaia di cittadini, appassionati, turisti, che hanno assistito alla gara in una cornice unica al mondo".


Articoli simili

 


Articoli Recenti