Europei e la gaffe Veneta: tra titoli dimenticati e bestemmie

Tina Ruggeri Lunedì 12 Agosto 2019 News

Elia Viviani è medaglia d'oro ai campionati europei di ciclismo su strada. E arrivano i complimenti del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia. Che però dimentica il titolo europeo sempre su strada del padovano Alberto Dainese. Zaia scrive: "Da fuoriclasse che è, Elia Viviani si è ripreso il podio. Il velocista veronese ora è nella storia".

olandaE ancora: “Elia Viviani è tornato e lo ha fatto con il piglio del fuoriclasse mettendosi al collo l'oro più prestigioso degli Europei di ciclismo”. Il Governatore del Veneto Luca Zaia gioisce per la consacrazione con l’oro del velocista veronese agli Europei di Alkmaar, in Olanda. “Il campione di Isola della Scala aggiunge la medaglia d’oro nella prova in linea di oggi, in terra olandese, al gradino più alto del podio olimpico nell'omnium di Rio de Janeiro: una doppietta che lo consegna alla storia del ciclismo, dove è un'impresa per pochi saper vincere sia su pista che su strada. Grande Elia! Ci vediamo sul prossimo traguardo”.

Luca Zaia si confonde, attribuisce un bis che non c'è a Viviani e dimentica che il Veneto ha conquistato una doppietta storica su strada ai campionati europei. Ovvero la vittoria, solo 24 ore prima, del padovano Alberto Dainese, sempre sul tracciato dove ha trionfato Elia Viviani.

Un titolo dimenticato forse a causa delle bestemmie ascoltate in tutta Europa subito dopo il traguardo vincente di Alberto Dainese proferite dai ragazzi del clan azzurro U23, intenti a festeggiare il successo del ragazzo di Abano Terme? Bestemmie che in Veneto, si sa, rappresentano quasi un intercalare più che una vera e propria imprecazione.

Impossibile dirlo, intanto resta la gaffe del Governatore veneto. Quindi i complimenti, completi, al ciclismo veneto li facciamo noi: bravi ragazzi, complimenti ad Elia e Alberto!

Articoli simili

 


Articoli Recenti