Campionato Europeo Cross Country - Monte Tamaro (Sui)

Redazione - Ciclismoweb.net Domenica 18 Ottobre 2020 MTB

Ordine d'arrivo elite:
1° Nino Schurter (Svizzera)
2° Titouan Carod (Francia)
3° Mathias Flueckiger (Svizzera)
4° Luca Braidot (Italia)
5° Jordan Sarrou (Francia)
6° Gerhard Kerschbaumer (Italia)
7° Mirko Tabacchi (Italia)
8° Thomas Griot (Francia)
9° Sebastien Fini Carstensen (Danimarca)
10° Maximilian Foidl (Austria)

Ordine d'arrivo U23:
1° Joel Roth (Svizzera)
2° Vital Albin (Svizzera)
3° Juri Zanotti (Italia)
4° Fabio Puntener (Svizzera)
5° Loan Chevenal (Francia)
6° Mathis Azzaro (Francia)
7° Mick Van Dijke (Olanda)
8° Luca Schatti (Svizzera)
9° Charlie Aldridge (Gran Bretagna)
10° David List (Germania)

Ordine d'arrivo juniores:
1° Oliver Solvhoj (Danimarca)
2° Janis Baumann (Svizzera)
3° Luke Wiedmann (Svizzera)
4° Dario Lillo (Svizzera)
5° Jan Zatloukal (Rep. Ceca)
6° David Sulc (Rep. Ceca)
7° Tobias Lillelund (Danimarca)
8° Oscar Lind (Svezia)
9° Lennart Jan Krayer (Germania)
10° Rory McGuire (Gran Bretagna)

Ordine d'arrivo donne elite:
1^ Pauline Ferrand Prevot (Francia)
2^ Anne Terpstra (Olanda)
3^ Yana Belomoina (Ucraina)
4^ Evie Richards (Gran Bretagna)
5^ Sina Frei (Svizzera)
6^ Lena Gerault (Francia)
7^ Maja Wsloszczowska (Polonia)
8^ Elisabeth Brandau (Germania)
9^ Nicole Koller (Svizzera)
10^ Ilsa Short (Gran Bretagna)

Ordine d'arrivo donne U23:
1^ Loana Lecomte (Francia)
2^ Marika Tovo (Italia)
3^ Viktoria Kirsanova (Russia)
4^ Martina Berta (Italia)
5^ Harriet Harnden (Gran Bretagna)
6^ Giorgia Marchet (Italia)
7^ Noelle Buri (Svizzera)
8^ Nina Benz (Germania)
9^ Helene Clauzel (Francia)
10^ Tereza Tvaruzkova (Rep. Ceca)

Ordine d'arrivo juniores:
1^ Mona Mitterwallner (Austria)
2^ Olivia Onesti (Francia)
3^ Puck Pieterse (Olanda)
4^ Karolina Bedrnikova (Rep. Ceca)
5^ Line Burqueier (Francia)
6^ Aneta Novotna (Rep. Ceca)
7^ Sina Van Thiel (Germania)
8^ Nicole Goldi (Svizzera)
9^ Linda Zanetti (Svizzera)
10^ Nicole Pesse (Italia)

La Francia, con tre ori, tre argenti e un bronzo, ha chiuso in cima al medagliere i Campionati Europei di Mountainbike che si sono disputati nell’incantevole scenario di Monte Tamaro – Monteceneri (Svizzera). Al secondo posto si è piazzata la nazionale di casa, con due ori, quattro argenti e due bronzi, mentre al terzo si è collocata l’Italia, che ha conquistato due ori, un argento e un bronzo.

Grande protagonista è stato Nino Schurter: il fuoriclasse svizzero, campione olimpico in carica e cinque volte iridato, ha conquistato il titolo europeo nella gara di Cross Country per Uomini Elite, staccando all’ultimo giro il francese Titouan Carod. Sul terzo gradino del podio un altro atleta elvetico, Mathias Flueckiger.

Fra le Donne Elite invece il successo è andato alla francese Pauline Ferrand Prevot, vincitrice una settimana prima del campionato del mondo. Per lei una gara sempre al comando, con l’olandese Anne Terpstra che è andata a prendersi l’argento e l’ucraina Yana Belomoina il bronzo. Gli altri titoli del Cross Country sono andati alla Svizzera (con Joel Roth fra gli Uomini Under 23), alla Danimarca (oro a Oliver Vederso Solvhoj), all’Austria (prima l’iridata in carica Mona Mitterwalner) e alla Francia (altro successo di una maglia arcobaleno, con Loana Lecomte).

Nella prima giornata, quella del Team Relay, l’Italia è andata a prendersi la medaglia d’oro, con Luca Braidot, Eva Lechner, Filippo Agostinacchio, Nicole Pesse, Marika Tovo e Juri Zanotti, che hanno preceduto la Francia (iridata in carica in questa specialità) e la Svizzera.

Italia sul gradino più alto del podio anche nell’Eliminator femminile, grazie a Gaia Tormena che ha confermato il suo titolo europeo. Argento alla Svizzera, con Linda Indergand, e bronzo alla Germania con Marion Fromberger.

In ambito maschile invece, terza vittoria al campionato europeo per l’iridato in carica, il francese Titouan Perrin Garnier, che ha preceduto l’olandese Jeroen Van Eck e l’altro francese Hugo Briatta, primo un anno fa nella rassegna europea a Brno. Sono stati in totale 350 gli atleti in gara, provenienti da 24 diverse nazioni, che hanno reso spettacolari tutte le quattro giornate di gare.


Articoli simili

 


Articoli Recenti