Memorial Antonio Colo' - Santo Stefano di Magra (Sp)

Redazione - Ciclismoweb.net Domenica 04 Agosto 2019 Juniores

Ordine d’arrivo:
1° Lorenzo Galimberti (Enery Team)
2° Niccolò Ciafardini (Pitti Shoe Taddei) a 22”
3° Andrea Agarossi (Noceto Nial Nizzoli) a 1’12”
4° Giosuè Crescioli (Pitti Shoes Taddei)
5° Davide Pinardi (Italia Nuova Borgo Panigale)
6° Matteo Montefiori (Italia Nuova Borgo Panigale)
7° Mattia Bernacchioni (Pitti Shoes Taddei)
8° Gregorio Butteroni (Team Franco Ballerini Due C) a 2’12”
9° Lorenzo Tedeschi (Casano Luna Abrasiv)
10° Eric Paties Montagner (Work Service Romagnano)

Il forte Lorenzo Galimberti della Energy Team ha colto per distacco la terza vittoria stagionale aggiudicandosi una bella edizione del Memorial Antonio Colò, un grande appassionato del ciclismo che il figlio Paolo ricorda con questa gara che prende il via da Santo Stefano Magra e si conclude in salita a Groppo, piccola località collinare a 361 metri di altitudine sul livello del mare nel comune di Tresana in Lunigiana.

Un percorso tra l’altro bello ma impegnativo, suggestivo dal punto di vista paesaggistico per le zone attraversate, ma difficile per gli atleti. La gara è risultata e contraddistinta da una importante fuga di 30 corridori, uscita dopo la salita di Fornoli quando erano stati percorsi appena 15 km di gara. Il drappello di testa ha raggiunto il vantaggio massimo di 1’30” dopo circa 70 km di gara, e a nulla sono serviti gli sforzi del gruppo per annullare il distacco.

I 30 al comando si sono quindi frazionati negli ultimi chilometri impegnativi, e sulla salita di Lusuolo, veramente ardua e impegnativa, sono rimasti in 10 al comando. Era il toscano Crescioli il primo a provare l’assolo, ma è stato ripreso poco prima della salita finale che conduce a Groppo di Tresana. È stata quindi la coppia composta dal lombardo Lorenzo Galimberti e dal bravissimo toscano Ciafardini (in luce anche la domenica precedente a La Stella di Vinci) ad animare la salita finale.

I due si sono involati verso il traguardo, con Galimberti che è riuscito a staccare Ciafardini a circa 1500 metri dal traguardo, arrivando tutto solo a braccia alzate sul traguardo di Groppo di Tresana cogliendo come detto il terzo alloro della stagione. Alla gara hanno preso il via 107 juniores dei 127 iscritti.

Articoli simili

 


Articoli Recenti