51° Gp Mocaiana Memorial Martino Procacci Trofeo Acqua e Sapone - Mocaiana (Pg)

Redazione - Ciclismoweb.net Domenica 18 Agosto 2019 Juniores

Iscritti: 120 Partiti: 106 Arrivati: 82
Tempo: 2h44’00” 116 km Media: 42,439 km/h

Ordine d'arrivo:
1° Michele Malavolta (Sidermec)
2° Mattia Casadei (Alice Bike)
3° Marco De Angeli (Alice Bike)
4° Mario Iannone (CPS)
5° Marco Benedetti (Valdarno)
6° Patrick Casadio (Alice Bike)
7° Tommaso Bazzica (Uc Foligno)
8° Matteo Amella (Team Agrigento)
9° Filippo Dignani (Trodica di Morrovalle) a 1’15”
10° Vittorio Aluigi (Sidermec)

E’ lo junior romagnolo Michele Malavolta della Sidermec-F.lli Vitali il vincitore del 51° Gran Premio Mocaiana-Memorial Martino Procacci-Trofeo Acqua&Sapone, gara di 116 chilometri che è stata organizzata a Mocaiana di Gubbio dalla Gubbio Ciclismo Mocaiana in collaborazione con l’Acqua&Sapone Team Mocaiana e con la locale Pro Loco. Malavolta si impone al termine di una volata ristretta, ottenendo così il suo primo successo stagionale.

Sono stati 106 gli atleti al via. Dopo il minuto di silenzio in onore di Martino Procacci e del grande Felice Gimondi, i ragazzi danno inizio alle danze. Dopo una serie di attacchi, in testa si portano Filippo Cirillo dell’Uc Foligno e Alessandro Cuccagna del Team Fortebraccio. Su di loro piombano poi Tommaso Bazzica dell’Uc Foligno, Ferenc Rocchi e Marco Tonti, entrambi della Sidermec, Elia Bonacci e Marco De Angeli, entrambi del Team Alice Bike, Giorgio Lanfranchi e Federico Luciano, tutti e due della Sc Cene, e Matteo Amella del Racing Team Agrigento. In seguito Cirillo si stacca e poi sui fuggitivi piombano Michele Malavolta della Sidermec, Mario Iannone del Cps Professional Team, Salvatore Romeo e Marco Torrisi, tutti e due del Forno Pioppi - Team Toscano Giarre, Massimiliano Presutti della Vini Fantini, Marco Benedetti della Valdarno Regia Congressi Seiecom, e il trio del Team Alice Bike composto da Patrick Casadio, Mattia Casadei e Mattia Urbinati. Nel corso dei chilometri la composizione del gruppo di testa cambia. Inizia l’ultimo giro, che prevede la salita di Monteluiano. L’ascesa viene attaccata dai battistrada e il drappello comincia a sgranarsi. In discesa e nel successivo tratto di pianura al comando si forma un gruppetto di corridori. L'epilogo è allo sprint.

Articoli simili

 


Articoli Recenti