48° Gp Mocaiana - Mocaiana di Gubbio (Pg)

Andrea Fin Domenica 21 Agosto 2016 Juniores

Ordine d’arrivo:
1° Mirko Iafrati (Team Coratti - GM Europa Ovini)
che copre 120 chilometri in 2.53.38 alla media di 41,467 km/h
2° Federico Corvini (Sidermec Fratelli Vitali)
3° Alex Ponti (Italia Nuova Borgo Panigale)
4° Diego Guglielmetti (Team Coratti - GM Europa Ovini)
5° Marco Cecchini (Scap Trodica di Morrovalle)
6° Edoardo Santucci (Spelt Cycling)
7° Luigi Acampora (Progetto ciclismo Sorrentino)
8° Edoardo Sali (Team Franco Ballerini)
9° Giordano Burocchi (Uc Foligno)
10° Davide Muratori (Elite Service Campedelli)

Lo junior laziale Mirko Iafrati del Team Coratti - GM Europa Ovini conquista per distacco la 48esima edizione del Gran Premio Mocaiana - Memorial Martino Procacci - Trofeo Acqua & Sapone, gara di 120 chilometri che è stata organizzata a Mocaiana di Gubbio dalla Gubbio ciclismo Mocaiana, società guidata dal presidente Luigi Barbi e dai vicepresidenti Massimo Pascolini e Franco Berettini.

iafratiIl corridore di Monte San Giovanni Campano (Frosinone) scatta dal drappello dei battistrada attorno al chilometro 90 e inizia la sua cavalcata fino al traguardo, che taglia in perfetta solitudine. Iafrati conquista così la sua terza vittoria stagionale. Sul secondo gradino del podio sale Federico Corvini della Sidermec Fratelli Vitali e sul terzo Alex Ponti dell’Italia Nuova Borgo Panigale.

La manifestazione, che era inserita nel programma della Festa della Madonna della Neve, è stata realizzata in collaborazione con la Pro Loco di Mocaiana, che è guidata dal presidente Pierpaolo Mariotti. Come ospiti sono intervenuti Marta, figlia di Martino Procacci, e Carlo Roscini, presidente della Federciclismo umbra.
Ai nastri di partenza si sono presentati più di novanta juniores. Al chilometro cinque allungano Mirko Iafrati del Team Coratti - GM Europa Ovini, Andrea Menghi dell’Elite Service Campedelli e Matteo Vasciaveo della Sidermec Fratelli Vitali, che vengono subito ripresi. Al chilometro 10 attacca ancora Iafrati, al cui inseguimento si porta un drappello di una quindicina di unità. Il battistrada viene ripreso al chilometro 13. Poco dopo il plotone piomba sul gruppetto di testa. Al chilometro 16 vanno via Matteo Prata del Team Coratti - GM Europa Ovini e Alex Mina dell’Elite Service Campedelli. La situazione evolve e attorno al chilometro 67 al comando sono segnalate 18 unità. Il drappello si va poi assottigliando. Da questo gruppetto, attorno al chilometro 90, esce solitario all’attacco Iafrati. Alle sue spalle la situazione evolve. Gli inseguitori, però, non riescono a trovare l’aggancio. Il resto è storia già raccontata.

di Andrea Passeri

Articoli simili

 


Articoli Recenti