Piccot: "Dopo il debutto con i prof, punto a Sovizzo e Recioto"

Redazione - Ciclismoweb.net Giovedì 22 Marzo 2018 Interviste

Michel Piccot, valdostano, classe 1997, un giovane corridore di talento che si affaccia in questa nuova stagione agonistica, e pronto a dare battaglia dopo essersi già messo in evidenza l'anno scorso ottenendo diversi risultati, tra i quali spicca il secondo posto ottenuto al GP Liberazione a Roma, gara internazionale riservata alla categoria under 23.

piccot18Piccot, che comincia a correre in bicicletta dalla categoria "giovanissimi"è attualmente in forza al team continental Biesse Carrera Gavardo, squadra con la quale ha esordito nella massima categoria al Trofeo Laigueglia, nello scorso mese di febbraio.
"Al Laigueglia ho patito un po' il chilometraggio, però questa gara mi è servita per fare un po' di esperienza tra i professionisti e per prepararmi ai miei prossimi appuntamenti che saranno Strade Bianche, Piccola Sanremo, Belvedere e Recioto".

Corridore, Piccot, che fa della salita la sua caratteristica principale, oltre all'intelligenza tattica in gara, e che lo vedremo presente,  nel corso di questa stagione,  anche ad altri due grandi appuntamenti, ovvero il Giro d'Italia u23 e il Giro della Valle d'Aosta, si, proprio lungo le strade di casa sua.

"L'anno scorso si è chiuso un ciclo con molti corridori passati al professionismo. Sicuramente quest'anno emergeranno nomi di corridori nuovi, e io sono pronto per dimostrare il mio valore. Sento già che la mia gamba è migliorata rispetto all'anno scorso, e posso contare su dei buoni compagni di squadra.
Inoltre, con la partecipazione di un numero massimo di 6 atleti per gara, ciò rendera' la stagione ancora più spettacolare, provocando inevitabilmente un livellamento tra le diverse squadre."

Servzio a cura di Marco Furlanetto

Articoli simili

 


Articoli Recenti