Bob Jungels al Giro: "Sfrutterò le crono e un percorso imprevedibile"

Redazione - Ciclismoweb.net Giovedì 03 Gennaio 2019 Interviste

E' stato il primo lussemburghese in più di mezzo secolo a vincere una tappa al Giro d'Italia. Nel 2019 tornerà sulle strade della corsa rosa per puntare alle prove contro il tempo sognando il colpaccio in classifica generale: Bob Jungels (Deceuninck Quick Step) e pronto per dare l'assalto alla corsa che nel 2016 lo aveva premiato con la maglia bianca confermata anche l'anno successivo quando era riuscito ad ottenere anche un piazzamento nella top ten finale.

bobHa vestito la maglia rosa per otto giorni ed ora è pronto a tornare a riprendersela: "Amo il Giro, è una bellissima corsa che ti spinge sempre a superare i tuoi limiti. Amo le persone che gridano e che ti accolgono calorosamente ogni giorno. Questo è il motivo per cui sono davvero felice di tornare con tutta la squadra in Italia a Maggio per scoprire nuove città e nuove salite e, spero, per impreziosire ancora il nostro palmares" ha spiegato Bob Jungels.

"Il percorso è molto interessante specialmente per chi va bene a cronometro. La prima settimana non sembra durissima anche se ci sono alcune tappe davvero imprevedibili. E' questo il bello del Giro, che è meno controllato rispetto al Tour e questo mi ispira perchè significa che la strada è lì, aperta, pronta per scrivere ogni giorno una storia diversa. E' vero che ci saranno da scalare il Gavia e il Mortirolo ma ci saranno anche 60 chilometri da percorrere a cronometro" ha concluso Jungels.

Il vincitore della Liegi Bastogne Liegi 2018 e di entrambi i titoli nazionali, aprirà la propria stagione al Tour Colombia (12-17 febbraio) per poi proseguire la preparazione in vista della corsa rosa.

Articoli simili

 


Articoli Recenti