51° Gp Chianti Colline d’Elsa - Gambassi Terme (Fi)

Antonio Mannori Martedì 20 Agosto 2019 Elitè-U23

Iscritti: 96 Partiti: 82 Arrivati: 33
Tempo: 2h55’53” 120 km Media: 40,936 km/h

Ordine d’arrivo:
1° Tommaso Rigatti (General Store)
2° Santiago Buitrago (Cinelli) a 15”
3° Rossano Mauti (Futura Team Rosini) a 21”
4° Manuel Allori (Franco Ballerini) a 33”
5° Francesco Zandri (Maltinti) a 36”
6° Filippo Magli (Mastromarco) a 44”
7° Davide Baldaccini (Colpack) a 1’01”
8° Giuseppe La Terra Pirrè (Mastromarco) a 1’07”
9° Gabriele Ninci (Mastromarco) a 1’29”
10° Riccardo Tosin (General Store) a 2’10”

In splendide condizioni di forma, il ventunenne trentino di Mori, Tommaso Rigatti ha vinto a Gambassi Terme il 51° Gran Premio Chianti Colline D’Elsa, gara tra le più impegnative del calendario regionale riservata agli Under 23. L’arrivo in salita ha esaltato il giovane esponente della General Store Essegibi che è riuscito a contenere e resistere al ritorno del colombiano Buitrago, finito a qualche decina di metri sul traguardo, dopo una rimonta e risalita furiosa. Per Rigatti questa seconda vittoria stagionale arriva ancora in Toscana e dopo quella di Vinci, anche quella gara organizzata dalla Maltinti Lampadari Banca Cambiano, che ha chiuso con questo sesto impegno organizzativo un’intensa stagione. A parte il finale con Rigatti scattato all’ultimo Km quando la strada si impennava sempre più verso il centro di Gambassi, lo stesso brillante vincitore è stato sempre un protagonista con una fuga solitaria di qualche chilometro nella parte iniziale, quindi nel drappello dei 15 poi ridottosi a 9 che ha dominato la parte finale.

E qui c’è da ricordare la sfortuna dell’ex tricolore Under 23 della crono Baccio che a 20 Km dal traguardo ha provato la soluzione di forza, ma è stato vittima di una foratura a 15 Km dalla fine e praticamente è rientrato nei ranghi. Gli ultimi 5 Km tutti in salita hanno sgretolato il plotoncino dei battistrada mentre dietro erano in 9 gli inseguitori  e l’unico capace di una grande rimonta è stato Buitrago. Finale emozionante con cedimenti anche vistosi e con Rigatti salito prepotentemente alla ribalta il quale stringeva i denti e riusciva a raggiungere da solo il traguardo mentre il colombiano del Team Cinelli incalzava sempre più da vicino. Grande prestazione anche da parte di Mauti, terzo al traguardo, vincitore del gran premio della montagna a Boscotondo e sempre brillante ed all’attacco nella parte finale di una corsa dura in una giornata con 33 gradi. Altro protagonista a continuare una stagione ottima, il fiorentino Allori che aveva provato prima dell’affondo vincente di Rigatti. So sono difesi bene infine sia Zandri che Magli, mentre alla distanza ha mollato il serbo Stojnic recente vincitore della Firenze-Viareggio. A questa edizione della corsa di Gambassi Terme patrocinata dal comune con il sindaco Paolo Campinoti che ha seguito ogni fase della corsa, hanno preso il via 82 corridori di 18 formazioni. Da notare la media sicuramente elevata tenuto conto delle caratteristiche del percorso lungo la splendida zona della Valdelsa, e come sempre impeccabile il lavoro di Renzo Maltinti, Lorenzo Parenti e di tutti i componenti del gruppo empolese.

Articoli simili

 


Articoli Recenti