Prologo - Giro di Toscana - Campi Bisanzio (Fi) - 2.2 - ITT

Andrea Fin Venerdì 09 Settembre 2016 Donne

Ordine d’arrivo e classifica generale:
1^ Ashleigh Moolman Pasio (Cervelo Bigla) 2’56”
2^ Stephanie Pohl (Cervelo Bigla) a 2”
3^ Lotta Lepisto (Cervelo Bigla)
4^ Lisa Klein (Cervelo Bigla) a 4”
5^ Hanna Solovey (Ucraina) a 5”
6^ Daiva Tuslaite (Inpa Bianchi) a 6”
7^ Laura Vieceli (Inpa Bianchi)
8^ Polona Batageli (Mix2)
9^ Silvija Latozaite (Aromitalia Vaiano) a 7”
10^ Lucie Hochmann (Team Dukla Praha)

Ancora da Campi Bisenzio grazie al supporto e alla collaborazione del Comune del quale è sindaco Emiliano Fossi, il via al Giro della Toscana-Memorial Michela Fanini per le donne élite anche se con una novità. Il cronoprologo di Km 2,200 non più in notturna ma nel pomeriggio con partenza ed arrivo in Piazza Dante di fronte al Comune dopo aver percorso in un senso e nell’altro la via centrale della località fiorentina.

Uniche “difficoltà” le due inversioni, in via Buozzi ed in Piazza Gramsci, oltre al ponte sul fiume Bisenzio nei pressi della storica e celebre Rocca Strozzi, e al vento con folate piuttosto impetuose che hanno disturbato la marcia delle concorrenti. Ha vinto la crono e quindi è la prima leader della corsa la sudafricana Ashleigh Pasio Moolmann in una classifica dominata dalla Cervelo Bigla, squadrone che ha occupato le prime quattro piazze della crono. Prima delle italiane ed unica a inserirsi nelle prime dieci posizioni, Laura Vieceli (giunse sesta nel 2015) che ha conquistato la settima posizione.

Al Giro della Toscana 2016 sono presenti 122 atlete in rappresentanza di 19 squadre con le Nazionali di Ucraina, Slovacchia e Austria.
Domani la tappa dedicata al ricordo di Michela Fanini con partenza ed arrivo a Segromigno in Piano in Provincia di Lucca sulla distanza di 133 Km e mezzo con partenza a mezzogiorno. Alle 10 nella chiesa di Segromigno in Piano sarà celebrata una Santa Messa per ricordare Michela, alla quale sarà successivamente reso omaggio con una visita dell’intera carovana del Giro presso l’attiguo cimitero dove riposa, quella che era una promettentissima atleta del ciclismo femminile mondiale.

Di Antonio Mannori





Articoli simili

 


Articoli Recenti