Cross, Roma: alla DP66 il primo tricolore del 2019

Redazione - Ciclismoweb.net Domenica 06 Gennaio 2019 Ciclocross

Open:
1° Jakob Dorigoni (Selle Italia Guerciotti)
2° Cristian Cominelli (Cycling Cafè)
3° Nadir Colledani (Bianchi Countervail)
4° Stefano Capponi (Pro Bike Racing Team)
5° Stefano Sala (Selle Italia Guerciotti)
6° Matteo Vidoni (DP 66)
7° Antonio Folcarelli (Race Mountain Folcarelli)
8° Marcello Merlino (D'Amico)
9° Alessio Trabalza (Vallerbike)
10° Mario Di Mattia (Aran)

Donne open:
1^ Chiara Teocchi (Esercito)
2^ Silvia Persico (Sorgente)
3^ Francesca Baroni (Selle Italia Guerciotti)
4^ Alessia Bulleri (Merida)
5^ Sara Casasola (DP 66)
6^ Asia Zontone (DP 66)
7^ Gaia Realini (Vallerbike)
8^ Elena Leonardi (DP 66)
9^ Alessandra Grillo (Selle Italia Guerciotti)
10^ Silvia Folloni (Zhiraf)

Juniores:
1° Tommaso Bergagna (Jam's Bike Buja)
2° Emanuele Huez (KTM Alchemist)
3° Samuele Leone (Merida)
4° Luca Pescarmona (Merida)
5° Alessandro Verre (CPS)
6° Cristian Calligaro (Jam's Bike Buja)
7° Daniel Cassol (DP 66)
8° Davide Toneatti (DP 66)
9° Tommaso Bettuzzi (Selle Italia Guerciotti)
10° Filippo Cecchi (Stabbia)

Allievi:
1° Ettore Loconsolo (Team Eurobike)
2° Vittorio Carrer (Team Eurobike)
3° Lorenzo Masciarelli (Callant Doltcini)
4° Luciano Camplone (Seiunotrentacinque)
5° Matteo Siffredi (Rusty Bike Team)

Donne allieve:
1^ Eleonora Ciabocco (Team Di Federico Pink)
2^ Alice Papo (DP 66)
3^ Erika Viglianti (Team Di Federico Pink)

Esordienti:
1° Anthony Montrone (Andria Bike)
2° Nico Biagi (Gs Borgonuovo)
3° Alessandro Dante (Cicli Fiorin)
4° Tommaso Alberti (Elba Bike)
5° Simone Vari (Folcarelli)

Donne esordienti:
1^ Federica Venturelli (Cicli Fiorin)
2^ Gaia Santin (DP 66)
3^ Aurora Pallagrosi (Racemountain)

I verdetti del decimo Giro d'Italia Ciclocross
Società campione d’Italia di Ciclocross: ASD DP 66 RIGONI SMP (FRIULI V. G.)
Maglia Rosa Uomini Open: ANTONIO FOLCARELLI (Race Mountain Folcarelli)
Maglia Bianca Uomini Open: ANTONIO FOLCARELLI (Race Mountain Folcarelli)
Maglia Rosa Donne Open: SARA CASASOLA (ASD DP 66 Rigoni SMP)
Maglia Bianca Donne Open: GAIA REALINI (Vallerbike)
Maglia Rosa Juniores: DAVIDE TONEATTI (ASD DP 66 Rigoni SMP)
Maglia Rosa-verde-lime Allievi: ETTORE LOCONSOLO (Team Eurobike)
Maglia Rosa-verde-lime Donne Allieve: LUCIA BRAMATI (ASD Team Bramati)
Maglia Rosa-verde-lime Esordienti: ALESSANDRO MARIO DANTE (Cicli Fiorin)
Maglia Rosa-verde-lime Donne Esordienti: FEDERICA VENTURELLI (GS Cicli Fiorin)

E' stata una giornata ricca di insidie quella vissuta quest'oggi all'ippodromo di Capannelle a Roma da tutto il Team DP66 Giant Selle SMP Rigoni di Asiago Paolo Leonardi Nuovi Investimenti. Nonostante tutto, però, i ragazzi diretti da Daniele Pontoni sono riusciti a centrare l'obiettivo del Campionato Italiano di società e hanno conquistato anche il successo finale nel Giro d'Italia Ciclocross nelle categorie juniores maschile e open femminile grazie a Davide Toneatti e Sara Casasola.

cam itaSoddisfazione ed entusiasmo al termine della prova romana per tutto il clan del neo-presidente Michele Bevilacqua che si è aggiudicato così il primo titolo di Campione Italiano del 2019: "Questa vittoria è il frutto del lavoro di tutta la squadra: gli atleti, lo staff, i partner tecnici e gli sponsor che ci sostengono hanno fatto si che la nostra squadra potesse conquistarsi il titolo di migliore d'Italia. E' una soddisfazione incredibile, il miglior modo con cui potevamo iniziare il nuovo anno e la mia nuova avventura da presidente. Siamo felici di avercela fatta e di portare in Friuli uno scudetto che ci fa sognare in grande in vista dei Campionati Italiani che si correranno nel prossimo fine settimana all'Idroscalo di Milano" ha spiegato il numero uno del team DP 66.

Sorriso sulle labbra anche per Daniele Pontoni: "Oggi non contavano i risultati dei singoli, puntavamo a portare a casa le due maglie rosa e il titolo a squadre e ce l'abbiamo fatta. E' ovvio che la vittoria di Asia Zontone tra le donne junior ad una settimana dai Campionati Italiani è un segno di grande speranza; dispiace per la caduta che ha rallentato Davide Toneatti ma quello che conta è che non abbia riportato gravi conseguenze in modo da potersi presentare al cento per cento anche a Milano. Ringrazio tutti per aver dato il massimo e voglio dire un grazie speciale a tutto lo staff che non ha mai fatto mancare nulla a questi splendidi ragazzi".

Articoli simili

 


Articoli Recenti